Festivals Are Good - Cheryl Dunn

Festivals Are Good - Cheryl Dunn

35.00

Dancing to your favorite band in a sea of 100,000 people under the stars or beneath the clouds, on the grass or in the mud, is an experience like no other. This is freedom: freedom to be moved by the energy of a mass gathering, freedom to dance without restraint, freedom to surrender yourself to the moment and go where that takes you. They are happenings that mark your life. Anyone at the first Woodstock festival has surely talked about it ever since. 

Cheryl Dunn has been shooting music festivals for over 20 years. She shoots from the pit or from the first row for the biggest rock stars in the world, but she is also a fan. These photographs celebrate what she has seen, who she has danced with, and who she made pictures with: kids crammed front and center who saved their money for a year to be there, older people sitting on tricked-out lawn chairs whose friends think they are crazy for still going, cross sections of nerds, jocks, babes, stoners, and outcasts letting it all hang out in unabashed glory, all sharing a common love of music. 

'Festivals Are Good' reveals the collective transcendence that can emerge when music lovers share common and powerful moments.

Ballare insieme a 100,000 persone di fronte alla propria band preferita è un'esperienza come nessun'altra. E' una di quelle situazioni in cui si ha la percezione di massima liberà: sentirsi una cosa sola con l'energia della massa, ballare senza ritegno, lasciare il corpo muoversi e slegarsi fin dove il ritmo lo consente... Partecipare ad un festival è una di quelle esperienze che segnano la vita: quasi di sicuro chi è stato al primo vero Woodstok non ha mai più smesso di parlarne.

Cheryl Dunn ha scattato foto durante i festival di musica per oltre 20 anni: che il suo punto di osservazione fosse la platea o la prima fila, ha fotografato le più grandi star del rock mondiale. Le sue fotografie celebrano queste esperienze, le persone che con lei le hanno vissute, quelle con cui ha ballato, quelle con cui si è fotografata: ragazzi che hanno risparmiato un anno per acuistare il biglietto, anziani seduti su improbabili sdraio, nerds di tutti i tipi, aspiranti groupies, ragazzi e ragazze di ogni genere, tutti condividono un comune amore per la musica.

Add To Cart